Ironia del vivere

Durante ogni fase della nostra vita speriamo il realizzarsi di desideri, bisogni, utopie.

curioso che più si è giovani più ansia d’urgenza ci pressa, mentre quando il tempo da vivere si palesa con chiarezza ormai ben determinato, fatalmente insufficiente, impariamo l’arte dell’attesa calma, sanamente distaccata.

Pochi e buoni

impara dagli sbagli

non chiedere, non aspettarti un ‘segno di buona volontà’ : resterai deluso o mortificato.

smetti di ingegnarti di assecondare coloro che ti stanno a cuore, di conformarti a loro : non ne sei capace e passi solo x falso opportunista.

agisci come ti sembra giusto, quando ti sembra il momento : almeno vedranno chi sei davvero.

 

Dire fare baciare lettera testamento

Stare equilibrati lucidi profondi. Far luce nei meandri del proprio profondo intimo e sciorinare i reperti con fare semplice con parole chiare.

raccogliere il goloso nettare dell’affetuosa stima che ti versa nel cuore secco chi sollecita ed accoglie tutto questo lavorio.

il desiderio ti farlo di continuare il ‘viaggio’ a suo tempo intrapreso non mi manca ma – Signori miei – Quanto sano e appagante E’ restare stesi comodi con la mente al minimo carezzati da una brezza che spazza l’afa dalla pelle e da dentro la testa ? Potete dunque bonariamente attendere ?